sabato 29 marzo 2008

meglio che niente

Cuba, Raul Castro autorizza l'uso dei telefonini
Per i tostapane bisognerà aspettare il 2010

L'AVANA (28 marzo) - Il nuovo presidente cubano, Raul Castro, ha autorizzato i cubani a possedere telefoni cellulari, finora riservati solo agli stranieri in visita sull'isola e ai funzionari governativi. Nel febbraio scorso Raul Castro aveva annunciato, nel suo discorso di insediamento davanti all'Assemblea nazionale, che il governo cubano avrebbe abolito «alcuni dei divieti che limitano la vita dei cittadini» cubani. Così sono stati tolti i divieti alla vendita di computer, lettori dvd, televisori a schermo piatto e forni a microonde. Liberalizzata anche la vendita di piccoli attrezzi agricoli.


Secondo i programmi di liberalizzazione previsti, il prossimo anno i cubani, visto l'aumento delle disponibilità di energia elettrica, potranno acquistare anche i condizionatori d'aria. Per i tostapane dovranno però aspettare il 2010.