mercoledì 2 dicembre 2009

WARHOL CHOC


WARHOL CHOC – SECONDO RUMOURS DELL’”ECONOMIST” L’OPERA “EIGHT ELVISES” (1963) DEL COLLEZIONISTA ROMANO BERLINGIERI È STATA VENDUTA PER 100 MLN $ – POTREBBE AVERLO COMPRATO UNO SCEICCO DEL QATAR – SE COSì FOSSE WARHOL SALIREBBE NELL’OLIMPO DELL’ARTE A FIANCO DI PICASSO (104), POLLOCK (140) E KLIMT (135)

Pierluigi Panza per "il Corriere della Sera"

Uno dei quadri di Andy Warhol dal destino più travagliato, gli «Eight Elvises », già di proprietà del marchese romano Annibale Berlingieri, sarebbe stato venduto in piena crisi del mercato dell'arte contemporanea, dopo il collasso della Lehman Brothers, a una cifra record intorno ai 100 milioni di dollari.

Record assoluto per Warhol, e prezzo scioccante se si considera che la vendita si sarebbe perfezionata nel 2008, in piena crisi del mercato finanziario, a un prezzo che lo colloca al quarto posto assoluto della top ten delle opere più pagate del mondo, dopo «Numero 5» di Jackson Pollock (venduto dal magnate dell'industria cinematografica di Hollywood, David Geffen, a 140 milioni), il «Ritratto di Adele Bloch- Bauer» di Klimt (135 milioni) e «Ragazzo con la pipa» di Picasso (104 milioni), ma prima, ad esempio, del «Ritratto del dottor Gachet» di Van Gogh (84,5 milioni).