lunedì 25 febbraio 2008

da IL MESSAGGERO online

Eurispes: l'inflazione vola all'8%

ROMA, 25 FEB - L'inflazione torna a correre e «ha registrato in questi primi mesi del 2008 una nuova fiammata fino all'8%». Lo dichiara in una nota il presidente dell'Eurispes Gian Maria Fara, evidenziando che «la perdita media del potere d'acquisto tra le diverse categorie si è ormai attestata intorno al 35%». Secondo l'Eurispes per arrivare a fine mese «il reddito delle famiglie viene integrato ogni mese con 1.330 euro in nero». La perdita del potere d'acquisto fa sì anche che «un italiano su quattro ricorre al credito al consumo». «A ciò si aggiunga - prosegue Fara - che gli stipendi italiani sono tra i più bassi d'Europa. Questo perchè essi non sono stati adeguati alla crescita dell'inflazione reale. In pratica i lavoratori sono pagati in lire ma comprano in euro». Per quanto riguarda le retribuzioni, secondo i calcoli dell'Eurispes, l'Italia è al penultimo posto, superiore solo al Portogallo.

Per Fara questa situazione «dovrebbe indurre le forze politiche, una volta superata la fase elettorale e indipendentemente dal risultato, a fare fronte comune per gestire un'emergenza che rischia di trascinare il Paese verso un irrecuperabile declino».