mercoledì 23 aprile 2008

vita extraterrestre

dal "Corriere Online"


«La decisione di emigrare nello spazio cambierebbe completamente il futuro della razza umana»

Hawking: alieni esistono, ma sono stupidi

L'astrofisico inglese: «La vita intelligente è molto rara. Giusto colonizzare pianeti per la nostra sopravvivenza»

Stephen Hawking (Epa)
LONDRA - Gli alieni esistono. Ma sono stupidi. Non lo dice un visionario con la collezione di foto degli Ufo, ma Stephen Hawking, celebre astrofisico inglese che spesso fa discutere per le sue posizioni anticonformiste. Dunque i «marziani» esistono, ma sono forme di vita assai rudimentali. Hawking, intervenuto alla George Washington University per le celebrazioni del cinquantenario della Nasa, ha cercato di spiegare perché il genere umano non è mai riuscito a entrare in contatto con forme di vita extraterrestri. Tre le possibili spiegazioni: qualunque forma di vita è raramente presente in tutto l'universo; organismi rudimentali sono abbastanza comuni nello spazio ma le forme di vita intelligenti sono al contrario molto rare; gli esseri viventi, quando dotati di intelligenza, tendono ad autodistruggersi molto velocemente.

COLONIZZARE LO SPAZIO - «Per quanto mi riguarda - ha detto Hawking - io propendo per la seconda ipotesi: la vita intelligente è un fenomeno molto raro. Tanto che secondo alcuni è un evento che ancora deve manifestarsi persino qui, sulla Terra - ha scherzato il professore di Cambridge -. Se mai vi dovesse capitare di incontrare un alieno, state comunque attenti: potreste essere contagiati da un virus contro il quale non possedete alcun anticorpo». Come capitò ai nativi americani quando vennero a contatto con i conquistatori venuti da Vecchio Mondo. Un paragone che lo stesso Hawking ha evocato, incoraggiando il genere umano a gettarsi alla conquista dello spazio e colonizzare altri pianeti. «La decisione di emigrare nello spazio cambierebbe completamente il futuro della razza umana e da questa scelta potrebbe dipendere anche la sopravvivenza stessa della nostra specie». Chi si oppone alla colonizzazione dei corpi celesti - come la Luna e Marte - si comporta come coloro che intralciarono Cristoforo Colombo. Parola di Hawking.