venerdì 4 luglio 2008

indulto

Delitto di Cogne, grazie all'indulto la Franzoni
sconterà una pena di 13 anni invece di 16

TORINO (3 luglio) - Scende da 16 a 13 anni la pena da scontare per Anna Maria Franzoni, condannata per l'omicidio, avvenuto a Cogne, del figlio Samuele Lorenzi. La Corte d'Assise d'Appello di Torino ha ratificato la concessione dell'indulto chiesta dalla Procura generale
all'indomani della sentenza con cui la Cassazione aveva reso definitiva la condanna. I giudici torinesi, alla fine del processo d'Appello, non avevano concesso l'indulto alla signora Franzoni perché - fu il loro ragionamento - era ancora sotto indagine in un secondo procedimento, chiamato Cogne Bis, e il beneficio avrebbe dovuto essere concesso solo in caso di condanna. Dopo l'istanza della Procura generale, i giudici, che si sono riuniti in Camera di consiglio il 17 giugno per decidere sulla questione, hanno seguito un percorso diverso e hanno condonato all'imputata i tre anni previsti dalla legge del 2006.