mercoledì 13 agosto 2008

la crociata di FC

DIETRO LE POLEMICHE ANTI-CAV. UN CALO DI VENDITE DEL SETTIMANALE DI SCIORTINO
Carlo Marroni per Il Sole 24 Ore

È un rapporto stretto e di lunga data quello tra Benedetto XVI e «Famiglia cristiana». Ci scriveva da teologo di Ratisbona e la sua autobiografia " La mia vita" è stata pubblicata dalla San Paolo. Non solo: uno dei suoi allievi è stato proprio il professor Elio Guerriero, vicedirettore delle edizioni San Paolo, e direttore della rivista internazionale di teologia "Communio", fondata da Joseph Ratzinger. Un rapporto così stretto che il 1گttobre 2005, da pochi mesi salito al soglio di Pietro, il Pontefice aveva ricevuto nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico la Famiglia paolina, guidata dal superiore generale don Silvio Sassi.Era la prima udienza concessa dall'inizio del pontificato a una congregazione religiosa, e queste cose nella Chiesa hanno il loro valore. Nel suo discorso aveva citato espressamente per ben due volte «Famiglia cristiana».

Protagonista in queste settimane di dure polemiche politiche, innescate da una serie di editoriali al vetriolo, il settimanale dei paolini è da sempre uno dei punti di riferimento della stampa cattolica. Ma è dalla fine degli anni 70 che gradualmente compie il salto e si rivolge a tutte le famiglie, tanto che la diffusione si impenna e cala la percentuale di vendita nelle parrocchie rispetto agli abbonamenti, oggi circa 380mila, e la vendita in edicola, attorno alle 100mila copie ( in tutto 630mila). Ma negli ultimi tempi le cose non vanno più tanto bene.

Il Cardinale Camillo Ruini
© Foto U.Pizzi

«Famiglia cristiana sta subendo una forte crisi di vendite – spiega l'amministratore unico del Gruppo San Paolo, don Vito Fracchiolla – e se prima i suoi utili contribuivano a tenere in vita anche gli altri 13 periodici del Gruppo, adesso riescono appena a coprire le spese della rivista». Dal1 agosto2008 sono state chiuse tutte le redazioni locali dei periodici paolini e le attività sono state concentrate su Milano ».