mercoledì 28 gennaio 2009

CROLLO VENDITE DEI QUOTIDIANI SU CARTA


USA: COPIE GIORNALI CROLLANO, LORO SITI WEB DECOLLANO


In America la carta stampata e' in stato precomatoso mentre il giornalismo on line gode di ottima salute anche se in qualche caso cio' non basta. I visitatori dei primi 10 quotidiani hanno raggiunto quota 252,7 milioni con un incremento di 40,1 milioni di contatti quotidiani, un aumento del 27% in 12 mesi. E' quanto emerge dal confronto tra i dati Nielsen sulla diffusione dei quotidiani statunitensi, in continuo ed inesorabile calo tranne rare eccezioni, e il successo dei siti web delle stesse testate. Esemplare il caso del New York Times. Il giornale Usa piu' autorevole e' con l'acqua alla gola: nel 2008 ha venduto in media 1,077 milioni di copie contro 1,120 del 2007 ma la raccolta pubblicitaria e' crollata del 21,2%. Il sito web (www.nyt.com) e' invece il piu' visitato con 18.2 milioni di contatti quotidiani (il 6% in piu' in 12 mesi) ma gli introiti dalla rete non hanno comunque compensato le perdite dell'edizione cartacea. Il Nyt si appresta e vendere la nuova sede realizzata appena 2 anni fa da Renzo Piano per fare fronte ai debiti. In linea con le aspettative USA Today (www.usatoday.com) la testata piu' diffusa d'America (2,2 milioni di copie) e la seconda sulla rete con 11,4 milioni di visitatori con una cresciuta del 15%. Terzo il prestigioso Washington Post (www.washingtonpost.com), il giornale del Watergate, che malgrado sia solo il settimo quotidiano Usa per diffusione (673.000 copie) e' visto nell'edizione elettronica da 9,5 milioni di persone (+12%). A seguire il Los Angeles Times (www.latimes.com), il quarto per copie (773.000) con 8 milioni di visitatori, con una crescita record del 73%. Il sito con il risultato complessivamente migliore, perche' quasi esclusivamente a pagamento, e' quello del Wall Street Journal (www.wsj.com): la bibbia del capitalismo mondiale, acquistata nel 2007 da Rupert Murdoch, non solo e' il secondo giornale per diffusione cartacea (2 milioni di copie) ma ha registrato un'impennata di visitatori, 34 per cento, pari a 7,2 milioni. In controtendenza il Boston Globe, stesso gruppo del New York Times, che perde copie in edicola e perde contatti sul web: nel 2008 www.boston.com ha registrato un calo del 6% di visitatori, fermandosi a quota 4,1 milioni. Al di fuori del mondo dell'informazione Nielsen conferma che il motore di ricerca Google rimane il sito web piu' visitato con 133,8 milioni di persone solo negli Usa, seguito Microsoft (126 milioni) e Yahoo (118 milioni).