martedì 13 ottobre 2009

L'ULTIMO MICHAEL


"This is it", Michael Jackson inedito
ma quanti dubbi sull'ultimo brano
di GINO CASTALDO

"This is it", Michael Jackson inedito ma quanti dubbi sull'ultimo brano

Michael Jackson
IL PEZZO inizia con una frase che suona particolarmente beffarda: "This is it, here I stand, I'm the ligh of the world, I feel grand", languido, romantico e dolcemente proiettato verso virtù cosmiche e salvifiche. "Sono la luce del mondo" canta Jackson, e alla luce di quello che è successo negli ultimi mesi sembra un agrodolce testamento. Ma come sempre, quando si parla di Michael Jackson, c'è lo splendore scintillante della fiaba, ma allo stesso tempo manca la più elementare chiarezza.

Invano cercherete notizie su questo pezzo inedito. A che punto era il pezzo quando Jackson è morto? Quando sono state inserite le voci dei fratelli che accompagnano discrete la voce di Michael? E' ovvio che dietro tutta l'operazione c'è il gruppo (avvocati, controllori e famiglia) che sta gestendo la complessa eredità, e non sempre si potrebbe giurare sulle cristalline intenzioni dei congiunti.

Viene da chiedersi, ma nessuno vorrà chiarire, cosa aveva intenzione di farne Michael Jackson e, se fosse dipeso da lui, avrebbe o meno inserito i cori dei fratelli. Il dubbio è sull'operazione postuma, e sulla disinvoltura che la famiglia mostra frequentemente sulle questioni legate all'eredità del povero Michael.

This is it, come è noto, era il titolo dei cinquanta show previsti, e ovviamente esauriti da tempo, che Jackson avrebbe dovuto effettuare alla 02 Arena di Londra a partire dal 13 luglio, uno slogan per segnare un clamoroso ritorno, ora diventato il titolo di un corposo pacchetto previsto in uscita a fine mese: doppio cd, in parte compilation, in parte arricchito da inediti e curiosità, e soprattutto il film realizzato col materiale girato allo Staples center di Los Angeles mentre Jacko provava gli show di luglio.

Tra un dubbio e l'altro i fan potranno consolarsi con quello che, al di là dei discutibili interventi produttivi a posteriori, è comunque il primo vero nuovo pezzo di Michael Jackson da molti anni a questa parte.