mercoledì 20 agosto 2008

PIRATI DISASTRATI

File-sharing, dichiarata guerra ai 'pirati'

Cinque società che producono videogiochi hanno chiesto gli indirizzi di 25mila persone sospettate di scaricare file

MILANO - Qualcuno ha deciso di dichiarare guerra alla pirateria online. Questo qualcuno ha il volto (e la potenza) di cinque grandi compagnie di videogiochi: Topware, Atari, Reality Pump, Techland e Codemasters. Una battaglia "epocale", dato che si stima che nella sola Inghilterra siano 6 milioni le persone che abitualmente scaricano illegalmente giochi dal web. Per fare un confronto, l'industria musicale inglese in dieci anni è riuscita a rivalersi "solo" su 150 persone.

Un'immagine del gioco Dream Pinball 3D
Un'immagine del gioco Dream Pinball 3D
MULTA RECORD - La prima ad essere colpita è una donna inglese, disoccupata e madre di due bambini. La sua colpa: aver scaricato una copia di Dream Pinball 3D, un videogame della Topware Interactive. Ora deve pagare sedicimila sterline, tra multa e spese legali. Sarebbe stato decisamente più economico comprare il gioco in un negozio. Isabela Barwinska è stata portata in tribunale dalla stessa Topware e - secondo il Times - altre migliaia di persone rischiano di fare la stessa fine. Unica scappatoia: le cinque società hanno deciso di proporre ai "colpevoli" un accordo per evitare il processo, ovvero pagare 300 sterline. Chi si rifiuterà di farlo, finirà davanti al giudice.

CACCIA AI SOSPETTI - Le cinque aziende hanno fatto cartello e, rappresentate da un unico studio legale, il Davenport Lyons, si sono appellate all'Alta corte per ottenere dagli internet provider i nomi e gli indirizzi di 25mila persone sospettate di scaricare file illegalmente. I dati di altri 5mila, la cui colpevolezza è già stata accertata, sono già in loro possesso. A spingere le società produttrici di videogiochi ad un giro di vite così violento è stata l'enorme quantità di copie illegali dei loro prodotti. Nelle prime due settimane dalla sua uscita sul mercato, Dream Pinball 3D è stato acquistato legalmente soltanto da 800 persone, ma scaricato da ben 12mila. Secondo il portale Peerland, che ha monitorato i giochi scaricati su tre siti di file-sharing, Operation Flashpoint è stato scaricato da 691.324 persone in una sola settimana.