domenica 1 novembre 2009

MISS O'DELL, LA DONNA CHE AVEVA LE CHIAVI DI DISNEYLAND


di Francesco Tortora
George Harrison le dedicò una canzone. I Rolling Stones fecero apparire una sua foto sul retro dell’album “Exile on Main Street”. Mike Jagger, Bob Dylan ed Eric Clapton furono solo tre dei tanti musicisti che ebbero una relazione con lei. Chris O'Dell è stata probabilmente la groupie più famosa della storia della musica. Negli anni '60 e '70 accompagnò nei loro tour mondiali gruppi come i Beatles e i Rolling Stones e finì a letto con numerosi artisti. Adesso a 62 anni pubblica la sua autobiografia «Miss O'Dell: My Hard Days And Long Nights With The Beatles, The Stones, Bob Dylan, Eric Clapton And The Women They Loved» (La signorina O'Dell: i miei giorni e le mie lunghe notti con i Beatles, i Rolling Stones, Bob Dylan, Eric Clapton e le donne che loro amarono) che è stata prontamente anticipata dai giornali britannici. Per descrivere quegli anni pieni di eccessi e di amori sconvolgenti la sessantaduenne, originaria dell'Arizona, usa una frase breve, ma chiara: «Era come avere le chiavi di Disneyland».

AMORE LIBERO - Come racconta il Daily Telegraph Chris aveva solo 20 anni quando nel 1967 lasciò la città americana di Tucson e sbarcò a Londra. Aveva solo 60 sterline nelle tasche, ma era molto carina e trovò subito lavoro come assistente alla "Apple Records", la casa discografica dei Beatles. Erano gli anni della "swinging London", l'edonismo e il pacifismo la facevano da padrone e la Beatlesmania aveva raggiunto l'apice. Il suo primo amore celebre fu quello con George Harrison e il chitarrista dei Fab Four perse talmente la testa per la ragazza americana che la invitò a vivere a casa sua assieme alla moglie. Inizialmente le compagne e le mogli dei 4 ragazzi di Liverpool furono molto fredde con lei, ma presto le idee dell'amore libero e l'atmosfera rivoluzionaria eclissarono la diffidenza femminile. Chris divenne grande amica sia di Pattie Boyd, compagna di Harrison sia di Maureen Starkey, moglie di Ringo Starr. Uno dei passi più divertenti del libro, secondo il Telegraph, è quello in cui la O’Dell racconta un insolito dialogo tra George Harrison e Ringo Starr. Il primo confessa al secondo di aver fatto sesso con sua moglie Maureen: «Sai, Ringo, mi sono innamorato di tua moglie» dice Harrison mentre i due assieme alla O'Dell sono nella cucina della casa del batterista: «Meglio tu che qualcuno che non conosco» taglia corto Ringo Starr che subito si consola proprio con la O'Dell. I due, al tempo, ebbero una relazione di tre mesi e poi rimasero grandi amici.

SESSO, DROGA E ROCK’N’ ROLL - Nell'autobiografia la scrittrice non nasconde lo stile di vita dissoluto all'insegna della triade "sesso, droga e rock’ n' roll". «Non facevamo altro che bere qualsiasi cosa, prendevamo coca, anfetamina e fumavamo erba» scrive la sessantaduenne. Molto divertente è anche il passo in cui racconta di un volo aereo assieme a John Lennon e Yoko Ono: «C'erano forti turbolenze e John e Yoko cominciarono a cantare l’Hare Krishna. Alla fine cantammo insieme fino all'atterraggio. In quei momenti pensavo che se fossi morta almeno avrei guadagnato le prime pagine dei giornali». Quando i Beatles si sciolsero Chris divenne assistente personale dei più famosi rivali dei "Fab Four", i Rolling Stones. Li accompagnò per tutto il tour del 1972 e finì più volte a letto con Mick Jagger, leader del gruppo. Due anni dopo fu la volta di Bob Dylan che la assunse come "tour manager". La loro relazione fu turbolenta e dopo altri amori prestigiosi come con Eric Clapton, la O'Dell abbandonò il mondo del rock e si sposò con Anthony John Mark Russell, figlio del Barone di Ampthill, membro della Camera dei Lords: «Passai dalle rock star all'aristocrazia» dichiara con una punta d'ironia al Daily Mail la sessantaduenne.

NIENTE PIU' DROGA - A chi le chiede come è possibile che abbia avuto relazioni solo con rock star, la O'Dell spiega che quel mondo era fatato, ma anche molto chiuso: «La cerchia dei Beatles era molto stretta» dichiara la sessantaduenne. Alla fine decise di lasciare il mondo del rock perchè temeva di aver raggiunto un punto di non ritorno. Le droghe, il bere, il sesso occasionale sembravano aver preso la meglio su di lei e allora ebbe la lucidità di dire basta a quel business autodistruttivo. La dipendenza dalla droga è ormai solo un vecchio ricordo. Da circa 20 anni la O'Dell, che si è sposata quest'anno per la seconda volta, è pulita ed è tornata a vivere in Arizona. Prima di scrivere il libro ha aspettato la morte di George Harrison, mentre Ringo Starr le ha dato l'autorizzazione a raccontare le vicende di quegli anni. «Oggi abbiamo tutti 60 anni» dichiara la O'Dell con un po’ di malinconia. «Alcuni addirittura vanno verso i settanta. Ognuno è cresciuto abbastanza per accettare quello che è accaduto negli anni passati».