giovedì 13 marzo 2008

dal "Corriere della Sera" Online

Istat: a febbraio l'inflazione dei prodotti
ad alta frequenza di acquisto sale al +5%

Crescita dello 0,3% rispetto al mese di gennaio dovuta principalmente ai rincari di alimentari e carburanti

ROMA - Se l'inflazione ufficiale resta ferma a febbraio al 2,9%, quella dei prodotti ad alta frequenza di acquisto accelera a febbraio, salendo dello 0,3% sul mese precedente e del 5% su anno. Si tratta di alimentari, bevande, tabacchi, spese per affitto, beni non durevoli per la casa, servizi di pulizia e manutenzione per la casa, carburanti, trasporti urbani, giornali, ristorazione e spese di assistenza, con un peso all'interno del paniere del 39%.

ACCELERAZIONE - L'accelerazione dei prezzi relativi ai beni a più alta frequenza di acquisto si deve principalmente ai rincari di prodotti alimentari e carburanti. I prezzi dei prodotti a media frequenza di acquisto aumentano invece dello 0,2% rispetto al mese precedente e dell'1,7% su febbraio del 2007, mentre quelli relativi ai prodotti a bassa frequenza di acquisto crescono dello 0,3% sul mese precedente e dell'1,5% su quello corrispondente del 2007. I prodotti a frequenza media di acquisto sono: spese di abbigliamento, tariffe elettriche e relative all'acqua potabile e smaltimento dei rifiuti, medicinali, servizi medici e dentistici, trasporti stradali, ferroviari marittimi e aerei, servizi postali e telefonici, servizi ricreativi e culturali, pacchetti vacanze, libri, alberghi e altri servizi di alloggio. Tra i prodotti a bassa frequenza di acquisto figurano: elettrodomestici, servizi ospedalieri, acquisto dei mezzi di trasporto, servizi di trasloco, apparecchi audiovisivi, fotografici e informatici, articoli sportivi.